CERCA L’ANIMA GEMELLA : BADOO

Torniamo con il Nostro ormai consueto appuntamento ‘Trova l’anima gemella gratis in internet‘ , 5770704.gifstavolta parleremo di Badoo Badoo è un Social Network con la bellezza di 14 milioni di utenti iscritti in tutto il mondo.  E’ un Social Network che predilige l’immagine cioè foto e video come forma di espressione. Una volta che ci si è registrati, utilizzando una Nostra e-mail valida che servirà per poter confermare la Nostra identità, possiamo iniziare a caricare le Nostre foto personali. Attenzione: solo caricando delle ‘foto intere’ si potrà accedere a quela parte di community più popolosa e frequentata, quella cioè in cui le persone si cercano ( e si scelgono) proprio in base alla Loro foto. Per contattare una persona non è così semplice come in alre comunità: i messaggi che si possono lasciare si limitano ai vari commenti che si possono lasciare alle foto e si ha la possibilità di ‘chattare con messenger‘ una volta che si è scelta la preda…  Il Badoo versione italiana è molto frequentato da ragazze appena diciottenni , infatti  bisogna dichiarare di avere più di 18 anni per parteciparVi, ma sono certo, visto le foto, che le ragazze e i ragazzi presenti spesso e volentierei non soddisfanno questa opzione… Quindi per Noi quasi quarantenni c’è poca ‘ciccia per gatti’, come si dice, ma il sottoscritto non si è lasciato sfuggire l’occasione per iscriversi pure a Badoo, tanto è tutto gratis!! Ecco il Mio profilo ( se dovesse interessare…)

CERCA L’ANIMA GEMELLA : BADOOultima modifica: 2008-09-09T07:30:00+00:00da blogmasterpg
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “CERCA L’ANIMA GEMELLA : BADOO

  1. Google Analysis? Intendi Analytics o qualcosa che non conosco ancora?

    Analytics può già condividere i dati con le altri applicazioni di google, basta dare il proprio consenso (Data Sharing Settings). Un’altra applicazione che ho utilizzato per monitorare Adsense è CSV ADSTATS, ma inizio a trovare molto più comodo scaricare direttamente i file CSV da adsense e analizzarli con excel.

    Detto questo, rimango della mia opinione: per capire quali tipi di annuncio rendono maggiormente è d’obbligo utilizzare i criteri di monitoraggio… altrimenti si fa di tutta l’erba un fascio senza possibilità di distinguerli.

    Che intendi per il 30%? 🙂

    Ciao e grazie della visita!!!

I commenti sono chiusi.